....... Esempi Javascript: esempio pratico





Demo Dynamic HTML: esempio pratico

Sono le ore


Buona navigazione!


contatti

Internet Promotions Service

Maggiori dettagli per Capo Palinuro (SA)

link utili
Egregio Directory

Per i meteofili

Per chi studia

Enti e Istituzioni


Tramonto tempestoso

   

La borgata Valle

Quando si giunge a Salitto la prima borgata che si incontra è proprio “valle” situata a circa 380 mt. s.l.m. Questa borgata deve il suo nome al fatto di essere geograficamente a valle rispetto al Castrum Olibani e a Salitto. Essa ha proprio l’aspetto di un piccolo e tranquillo paese medievale dove sembra che il tempo scorra più lentamente, immersa nel verde, lontana dai caotici centri abitati. Oggi vi abita poca gente, ma le persone più anziane ricordano che un tempo, fino alla fine degli anni ’50, questo antico borgo contava circa 400 abitanti.
 

Veduta parziale di borgo Valle (dalla strada provinciale n.29)

Santo - Onomastico del giorno offerto da Salitto.it

Nonostante il suo isolamento, Borgo Valle è stata per decenni piena di vita e ricca di gloria, quasi autarchica. Fin dagli anni ’50 aveva la sua scuola elementare, anche se con due soli insegnanti per cinque classi. Oltre alla scuola, esisteva anche il “Circolo”, un locale che fungeva via via da negozio di alimentari, da bar e da luogo di ritrovo; la gente vi si riuniva la sera per “vedere la televisione”, per giocare a carte, per bere qualcosa e per scambiare quattro chiacchiere. Il Circolo rimase aperto fino alla metà degli anni ’60; poi chiuse i battenti e fu un vero peccato, anche se già la televisione entrava nelle case e le automobili erano più comuni ... sicuramente aveva assolto i suoi compiti principali, ma probabilmente poteva essere ancora utile, pur se con funzioni diverse.

.............................


La Chiesa "Madonna del Rosario"

.............................................
Poi, con il passare degli anni, il borgo andò sempre più isolandosi ma nonostante ciò Borgo Valle è stata per decenni piena di vita e ricca di gloria. Dal punto di vista storico-culturale non può certo lamentarsi dato che a valle sono visibili ancora le rovine del convento cinquecentesco “Santa Maria di Costantinopoli”. Ai piedi del convento,si incontra un’altra piccola chiesetta che, date le dimensioni, tutti chiamano “a Marunnèlla” (la Madonnina). Per la Santa Messa gli abitanti si riuniscono nella chiesa della “Madonna del Rosario” (‘a Marònna ra Valla), distrutta dal sisma del 1980 e ricostruita più bella di prima. Davanti alla chiesa c’è la piazzetta, detta di San Biagio,dove spesso la gente prende il fresco all’ombra di un tiglio che sta lì da tempo immemore. Il 7 ottobre la piazza è addobbata per la festa della Madonna del Rosario istituita per celebrare la splendida vittoria che la flotta cristiana, comandata da don Giovanni d’Austria, ottenne su quella musulmana nelle acque di Lepanto il 7 ottobre del 1571. Tale festa si celebra tutt’ora, anche se spostata alla prima domenica successiva al 7 ottobre.


Lapide in memoria dell'unica vittima olevanese della loc. Valle del disastroso sisma del 23.11.80

.............................................


Inizio della borgata Valle dalla S.P. 29 - La statua della S.S.Maria Vergine immersa in un angolo di verde attrezzato. L'opera è stata realizzata grazie all'impegno del giovane e intraprendente parroco di Salitto, Don Enrico Franchetti.

Orgoglio di Valle è l’aver dato i natali al grande storico Carlo Carucci. Ancora oggi esiste la casa che lo vide nascere e dove nacque anche il canonico Giacinto Carucci. “Don Carlino”, “’o professore”, come affettuosamente lo chiamavano quelli che lo avevano conosciuto in vita, ha dato lustro, con le sue opere e con la sua attività, non solo a tutto Olevano sul Tusciano, ma anche a Salerno, città in cui visse. I cittadini gli hanno intitolato la scuola elementare di Salitto; tra le opere storiche di don Carlo Carucci, è qui doveroso ricordare il gustoso libretto dal titolo “Settembre 1943 – La battaglia di Salerno vista dalla Borgata Valle di Olevano sul Tusciano – diario”.
.............................


La statua di San Pio da Pietrelcina nella piazzetta attigua alla Chiesa della Madonna del Rosario.

.............................


Agglomerato di abitazioni in loc. Valle: due secoli a confronto. Perfetta simbiosi tra vecchio e nuovo.

.............................

siti partners

.............................
Segnala un sito
Contatta il webmaster, indicando il titolo del sito. l’url e una breve descrizione. Dopo la verifica dei dati, sarà inserito tra i siti amici nelle pagine di salitto.it; non saranno accettati siti pornografici o con contenuto erotico. E' vietato utilizzare per il sito un nome o una descrizione che possano risultare offensivi e/o non conformi ai contenuti del sito stesso.

 


Le alture che si ergono a Nord-Est di Salitto, viste da borgo Valle


Incantevole tramonto osservato dalla contrada Valle


Il Castello di Olevano, visto da borgo Valle




Scorcio di via Valle


Sguardo panoramico: la pianura a Ovest


La grotta di S.Michele


Il Castello


Particolare del Castrum Olibani


La grotta di Nardantuono


Borgo Valle - Il Convento di S.M. di Costantinopoli


Grotta di Nardantuono


   


Copyright © 2006 salitto.it - All rights reserved.

 
Votaci e visita le migliori classifiche italiane
Votami su Mr.Webmaster!  

aggiungi sito    

SITO SEGNALATO

Superba.it

Saperviaggiare.it, la tua guida turistica italiana Segnala il tuo sito su GoldenWeb.it tuttoperinternet.it